Panettone certo... ma con la birra!

da Milano Beer Week

Se non ve ne siete ancora resi conto ve lo diciamo noi. Manca pochissimo a Natale. Il che vuol dire giocarsi il tutto per tutto nell'acquisto del regalo mancante, affrontando impavidi code kilometriche alla cassa di negozi dove magari non metterete più piede (fino al prossimo Natale ovviamente), resistere al dolore provocato dallo scontro con altrui borse stracolme di oggetti contundenti pronti a finire sotto l'albero, sgomitare testardi per poter mettere un piede davanti all'altro su marciapiedi ingombri di passeggini, cani bassotto rivestiti di maglioni di lana, venditori abusivi di borse Prada abusive e infine agguantare al volo l'obbligatorio panettone che altrimenti che Natale sarebbe.

Ecco, va bene tutto, si fa per dire, ma sul panettone agguantato all'ultimo momento... su quello non siamo d'accordo. Risolta la diatriba panettone-pandoro, più seria e drammatica di qualunque quesito referendario in un Italia che ormai considera importante solo ciò che sta sopra una tovaglia e dentro un piatto o un bicchiere, a favore del dolce tipico milanese vi riveleremo alcune sorprendenti quanto insospettabili verità. La prima è questa: non esiste il panettone, esistono i panettoni.

La citazione, talmente trita e ritrita da farci un paio di hamburger, sta a significare che l'antico "pan de toni" è stato moltiplicato come nemmeno il buon Gesù è riuscito a fare con i pani e i pesci. Lasciate perdere con canditi o senza canditi, qui c'è da impazzire tra crema e cioccolato, glassature con riporto, frutti esotici e firme d'autore. Ma da qualche tempo a questa parte esistono anche i panettoni alla birra. E la notizia più importante è che sono pure buoni.

BaladinPanettoneMilanoBeerWeekCerto, con la birra ultimamente così modaiola che ci finisse dentro il panettone c'era da aspettarselo. Ma la cosa funziona sul serio e tra i primi a dimostrarlo è stato naturalmente Teo Musso da Piozzo ovvero Mr. Baladin che non ha a dire il vero mai esitato quando c'era un confine da oltrepassare. Il Panettone Baladin è arricchito con quel capolavoro birrario che risponde al nome di Xyauyù, birra sontuosa che conferisce maggiore morbidezza e dolcezza all'impasto.

 

 

BirraAntonianaPanettoneMilanoBeerWeekMa Baladin non è l'unico. Un altro buon panettone a tema è quello di Birra Antoniana per il quale l'uva sultanina è lasciata a mollo nella birra Eremitani, una strong ale, abbastanza a lungo da incidere sul gusto finale. Stessa scelta per un altro panettone che questa volta utilizza la Regina del Mare del toscano Birrificio del Forte. Ricordiamo poi il panettone del birrificio lombardo Belgrano, del piemontese Soralama, quello del veneto Rattabrew, quello friulano di Foglie d'Erba e quello dell'umbro Birrificio dei Perugini, che oltre alla birra impiega le castagne.

Ma l'elenco potrebbe anche continuare. Il problema è che noi siamo proprio tra coloro che devono giocarsi il tutto per tutto nell'acquisto del regalo mancante. Per cui scusate ma vi dobbiamo lasciare per lanciarci nella festosa ressa pre-natalizia. Però, almeno, la questione del panettone l'abbiamo risolta.... :-)